Ecco alcune ricette Pugliesi

Non è detto che Vi debbano piacere
per forza

spaghetti-ai-ricci-di-mare_large

Spaghetti alla polpa di riccio
Bisognerà tener presente, che per condire ogni porzione occorreranno circa 12 ricci, quindi per condire mezzo Kg. di spaghetti avrete bisogno delle uova di 4-5 dozzine di ricci.
La preparazione è semplicissima: aprite i ricci e serbatene le uova in una scodellina; in una padella mettete otto cucchiai di olio extra vergine di oliva e due spicchi di aglio leggermente contusi, che farete imbiondire in fuoco lento in modo che cedano il loro umore aromatizzando l’olio.
Appena gli spicchi saranno imbionditi li toglierete e metterete nella padella gli spaghetti caldissimi cotti al dente.
Mescolerete bene, spegnerete la fiamma, aggiungerete le uova dei ricci e, mescolando accuratamente, servirete subito, aggiungendo il fatidico prezzemolo tritato.

verdure-ripiene-alla-pugliese
verdure-ripiene-alla-pugliese 2

Verdure ripiene alla pugliese

Gli ingredienti necessari per la preparazione di questo piatto (4 persone) sono facilmente reperibili e sono: 1Kg tra zucchine, peperoni, melanzane e pomodori, olio di oliva, prezzemolo, aglio, pangrattato, 2 uova, 120g di salsiccia, origano, parmigiano grattugiato, timo.

Per la preparazione lavate le verdure e tagliatele a metà liberandole della polpa. Tagliuzzate la polpa di ogni verdura e mettetela in una terrina, unitevi il prezzemolo e l’aglio tritato, le uova, il formaggio grattugiato, l’olio di oliva, la salsiccia che avrete liberato dalla pelle, sale, pepe, origano, timo. Cercate di ottenere un composto omogeneo con il quale riempirete le verdure. Ungete una pirofila, disponete le verdure sulla stessa e cuocete in forno per 45 minuti circa.

Rape nfucate

Rape nfucate

Si mondano i broccoli di rape, asportando la parte più dura, si fanno imbiondire leggermente due spicchi di aglio in una pentola alta con olio di frantoio e si buttano le rape, si copre, si sala e si regola la fiamma in modo che le rape cuociano, per quanto possibile, “con la loro stessa acqua”, aggiungendo se occorre un bicchiere d’acqua; se piace il piccante si può aggiungere un peperoncino.
A chi piace un gusto meno marcato si consiglia di lessare precedentemente le rape sino a metà cottura.

Spaghetti al nero di seppia
Seppie

Spaghetti al nero di seppia

Per condire mezzo Kg di spaghetti, occorreranno sette/ottocento grammi di seppie che dovrete pulire e tagliare a listarelle serbando le sacche contenenti il nero e le prelibate gonadi, (queste ultime sono distinguibili fra le interiora per il colore bianco latte).
In una padella farete scaldare due spicchi di aglio contusi in un decilitro di olio extravergine di oliva e, prima che questi comincino ad imbiondire, metterete seppie, sacche e gonadi rimestando e facendo in modo che le sacche di nero si rompano.
Spolverizzerete poi con sale e pepe e quando i liquidi, che con la cottura usciranno dalla seppia si saranno quasi asciugati, aggiungerete due/tre pelati schiacciati con la forchetta o l’equivalente di pomodorini tagliuzzati, rimesterete bene e quando la salsina si sarà amalgamata, butterete nella padella gli spaghetti cotti al dente in abbondante acqua salata, mescolerete e servirete aggiungendo prezzemolo tritato.

orecchiette-rape

Orecchiette con le cime di rapa

Ingredienti per 4 persone:
500 gr. di Orecchiette Pugliesi
1 Kg. di Cime di Rapa (alla vendita)
3 spicchi d’aglio
1 filetto di acciuga in salamoia
peperoncino ( o pepe nero)
1/2 bicchiere di olio extra vergine di oliva (c.a. 100 ml.)
Preparazione:
Mondate accuratamente le cime di rapa, conservando solamente le cime e le foglie piccole e tenere. Lavatele piu’ volte, in modo da eliminare eventuali insediamenti di terriccio. Nel frattempo fate bollire in una capace pentola l’acqua per le orecchiette, salata. Al bollore, versate le orecchiette e rimescolate subito per evitare che si attacchino fra di loro. In una capace padella versate l’olio di oliva e a fiamma media fate saltare l’aglio sbucciato e tagliato a pezzi abbastanza grossi, poi abbassate la fiamma al minimo e aggiungete il filetto di acciuga lavato e sminuzzato e il peperoncino intero. Fate insaporire il tutto per 2 minuti e spegnete la fiamma. A meta’ cottura delle orecchiette, aggiungete le cime di rapa, che nel frattempo avrete messo a perdere l’acqua di lavaggio, riaccendete la fiamma al soffritto e scolate di tutta l’acqua di cottura le orecchiette con le rape. Eliminate l’aglio e il peperoncino e versate il tutto nella padella e fate saltare a fuoco vivo per 3 minuti. Spegnete la fiamma e completate a piacere, un un filo di olio extravergine di oliva crudo.
Vino consigliato: Un Rosato del Salento, oppure un Rosato di Castel Del Monte.

Chiedi altre ricette

Hai mangiato qualcosa e non sai come prepararla?

degoo cloud
Orata Al Sale
Pesce cotto sulla Brace
Spaghetti Ai Gamberoni
Zuppa di pesce alla gallipolina
Le-pittule